You are currently browsing the tag archive for the ‘tokyo’ tag.

oggi giornato FAILone.. dopo 9 ore de Coredo e 2 de lezioni e un’organizzazione perfetta per fare anche in tempo a partecipare a un happening di giovani wota riguardo la mia nuova idol fissa chiamata Baby Raids (robba de 2shot co tutte e 5).. ho un attimo di esitazione davanti alla scelta andare o non andare, anche dovuta all’amico “mal di testa allucinante” che mai mi abbandona nelle situazioni più difficili e ad un callazzo de scirocco che mi fa sentire inappropriatamente vestita e mi costringe all’infausto “passaggio da casa”.

ho un attimo di esitazione. mai esitare.

Il ritardo di 10 minuti comporta il fallimento del progetto “2shot con le amate loli”, poiché ovviamente il processo di acquisto dei cd e dunque dei relativi tickets pe faccese la foto è complessissimo e segue la severissima condizione de “non avecce un cazzo da fa dalle 8 alle 20” (penso che accollo pari all’accaparrarsi sti cd/biglietti sia solo riuscirsi a prenotare per un autografo con gli artisti e fumettisti ospiti al Romics… cosa che trovo attutttogggi impossiburu). Insomma failone.. in tutto questo shimokitazawa si è trasformata nel mio incubo: HALLOWEEN. un carnevale misto horror e disney ributtante. più adulti vestiti cheap o iper costosi che bambini.. insomma i loli non possono salvare la decadenza della situazione. Mi hanno fatto un muro enorme quando lasciato al volo il motorino ritornando da lavoro mi sono lanciata in corsa sulla bici per andare a fare lezione e ste marionette de travestiti de ventanni non me facevano passa.

vi prego tentate di immedesimarvi…

Ventenni mascherati che sono stati anche con-causa del mio ritardo e quindi del conseguente fallimento personale come wota. Inoltre avendo pregustato la gita da Tower Record pe l’happening, mi ero già preparata gli spicci per comprarmi mille cd de robba fica (e strano ma vero) non idol related che spizzo da tempo ..e invece nulla, slancio poco ebreo represso, ritorno a casa con pive nel sacco.

insomma… MALEDIZONE!

RIDATEMI LE MIE FETTE!
IMG_3183

Mi sono ricordata un episodio, sono sulla Chuo line, a Tokyo, di fretta come sempre, ma decisa almeno questa volta a sgamare da dov’è che si vede il Fuji-san.. Davanti a me sono sedute due ragazze, due amiche. Una delle due decide che non è abbastanza kawaii e prende i trucchi per completare l’opera. Ma la Chuo line non è molto stabile e la tizia, che per semplicità rinominerò Kawaii1, comincia a darsi mascara negli occhi, phard in fronte, rossetto nel naso e via dicendo. A peggiorare il tutto l’intervento dell’amica, Kawaii2, che si prodiga nel fornirle il più prezioso quanto inutile aiuto del mondo..
Improvvisamente Kawaii1 ha un’epifania in corso d’opera, si rende conto della goffaggine con cui sta gestendo la faccenda e si lascia travolgere da un isterico attacco di risolino. Inutile dire che ciò rende l’impresa trucco ancora più difficile. In poche mosse contagia di “ridarella” anche Kawaii2, ma entrambe si rendono conto di trovarsi in metro, che in Giappone, a Tokyo, significa “no chiasso”, peché il chiasso qui è cosa rara, non si ride sguaiati in pubblico così di frequente, ci si deve controllare.
Non hanno però valutato il fatto che come il più svogliato degli sbadigli quel sorrisetto divertito lo hanno attaccato anche a me: non riesco a resistere, mi trattengo con tutta me stessa, serro la bocca sapendo che sarebbe maleducato ridere di loro, cerco di non guardarle per dimenticare che mi sono goduta l’intera scenetta facendomi un bel mazzeetto di cazzi loro.. Ma non ci riesco, non ci posso fare niente, mi viene troppo da ridere.
E se ne accorgono. Ci scambiamo qualche occhiata e succede che si divertono anche loro, quasi compiacciute di avermi intrattenuta col loro “teatrino”, al punto che se ne fregano dell’etiquette da mezzo pubblico e finiamo a ridere tutte e tre come delle cretine.
Fine dell’episodio.