che bel sogno che ho fatto. molto semplice. mi incazzavo come sempre. nessuno capiva come sempre. però qualcuno sì.
c’era la cucina di casa mia, una recita scolastica che era andata male e ci era dato la possibilità di rifare e una specie di fontana con tutti noi seduti intorno sui gradoni. c’era l’Ungheria per qualche motivo.. ahah
Era un sogno primi anni 2000, ma io ero la me stessa di ora perché piangevo! e io non piangevo  mai intorno al 2000!
poi un’amica che era la somma di tutte le mie amiche di sempre ed era più ragazzina di me, aveva dei codini, mi abbracciava e sentivo il suo orecchio e i capelli sulla guancia, una bella sensazione.
era una persona giovane, ma sentivo da parte sua comprensione molto profonda. niente a che vedere con la realtà. forse c’è solo una persona che sa darmi quella comprensione oggi. il resto è vita che scorre senza riflettere.
nel sogno piangendo e assaporando il momento chiudo gli occhi , li apro nella realtà.

今日を生きよう

Annunci