In un montacarichi fermo v’è un pendolo semplice in oscillazione. Ad un certo istante le corde di sostegno vengono tagliate provocando la caduta libera del montacarichi con accelerazione g. Trascurando la resistenza dell’aria, qual’è il moto del pendolo durante la caduta libera per un osservatore SOLIDALE al montacarichi?

Porco dio

Ora trascurando non solo l’aria, ma anche la banalità di chiedersi PERCHE’ i problemi di fisica siano così irreali e impossibili da immaginare (quanto ovviamente da risolvere) e nel nostro caso anche PERCHE’ uno stronzo che sta per morire dovrebbe mettersi ad analizzare il moto di un fottuto pendolo in caduta libera, ..ok siamo d’accordo..mi soffermo invece su di un punto cruciale.. La loro PROFONDA crudeltà. Comprendo la difficoltà di creare un problema che cerchi di far bocciare gli studenti (e quella GIA’ è crudeltà), ma porco dio una cosa del genere è senza pietà e non aggiungo altro.
Faccio i miei più sentiti auguri all’osservatore e a famiglia, sperando che l’espressione “solidale al montacarichi” sia utilizzata in modo improprio o sia da interpretare in modo traslato.
Oggi ad ogni modo sarà una bella giornata. L’ho deciso io. Non voglio spendere parole su bush: “me s’arza la pressione” direbbe mi nonno, quindi meglio il silenzio internettiano, visto che, per il mio solito,ho già speso troppe parole su di lui nei discorsi faccia a faccia. Questo pomeriggio ulltima lezione di informatica.. gioia e gaudio per un fisico (io non lo sono ancora e forse non lo sarò mai, ma faccio finta di esserlo). Poi al cinema per tornare adolescenti, poi altra birra e Tana del Cinghiale dal caro Stefano, mi sa con la ‘compagnia’ del film. Ora però devo andare a salvare qualche poveretto chiuso in un’ascensore in caduta libera, protagonista di qualche problema del cazzo. E pensare che ieri nel mio ascensore guardandomi allo specchio (erano le 3.10 del mattino, circa.. immaginatevi che faccia) avevo realizzato così coscientemente che non ho la stoffa per essere un fisico… e stamattina mi ritrovo qui davanti al D’Arrigo/Mistura “Problemi di Fisica”. Io l’ho detto… un florido e radioso futuro da tabacchiera mi attende a braccia aperte (nemmeno poi tanto aperte).

Oi!

Annunci